WSBK 2014: il team Alstare passa alle 4 ruote, incerto il futuro di Red Devils

Nonostante il tentativo di “allineamento” alla MotoGP, la SBK “perde pezzi” ed il prossimo WSBK 2014 presenterà non poche defezioni. Una delle principali è quella riguardante il team Alstare di Francis Batta, che l’anno scorso ha corso il WSBK con la 1199 Panigale R di Ducati (raccogliendo, in sostanza, niente!) e che passerà, a partire dal 2014, al mondo delle 4 ruote. Infatti la scuderia belga ha deciso di lanciarsi in una nuova avventura nella neonata SuperTouringSeries, che sostituisce l’ex Campionato Superstars V8 e dove Batta correrà con i colori della Jaguar.

Si tratta sicuramente di una scelta importante, con la SBK che quindi si trova a dire addio ad una delle scuderie più rinomate del paddock: infatti, esperienza disastrosa con Ducati a parte, Alstare ha avuto anche una lunga collaborazione con Suzuki, sicuramente meno drammatica rispetto a quella vissuta a Borgo Panigale. Certo, si tratta di una notizia sorprendente, dal momento che fino a qualche settimana fa era in piedi una trattativa con Aprilia per rimanere in SBK. Poi le cose non sono andate come previsto e, data anche la scelta di MV Agusta (altra “pretendente” per Batta) di affidarsi al team Yaknich, Alstare ha deciso di cambiare completamente aria.

Dunque, non è bastata la “valanga” di modifiche che Dorna ha apportato al WSBK per convincere Alstare a restare, e pare che problemi del genere ci siano anche per un altro team SBK, il Red Devils Roma. Qui però le difficoltà della squadra “capitolina” sembrano essere legate agli sponsor, con cui non si riesce a trovare un accordo. Dunque, se la situazione non cambiasse, Andrea Petricca rischierebbe seriamente di vedere “tagliato” dalla griglia di partenza il suo team Red Devils, che naviga in una situazione economica disastrosa. Si attendono sviluppi, ma sicuramente anche questa sarebbe una defezione importante.

 

1384075_536291096445263_356480234_n-586x390

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica