Peugeot 207, storia di un successo

La Peugeot 207 è la vettura della Casa del Leone che ha raccolto con successo il pesante testimone lasciatole dalla sue più dirette antenate 205 e 206, capaci nel corso del ventennio precedente di riscaldare il cuore di numerosissimi appassionati che grazie alla grinta della linea e alla brillantezza delle prestazioni di questi due modelli hanno garantito alla Peugeot grandi ed unanimi consensi.

Lanciata all’inizio del 2006 la Peugeot 207 presentava uno stile grintoso ed accattivante che rielaborava in maniera più moderna e mordace gli stilemi che avevano portato al successo la precedente 206, fondendoli con i dettami estetici che caratterizzavano la gamma Peugeot dell’epoca e che si fondavano principalmente sull’impiego di un’ampia mascherina anteriore e su quello di fari anteriori di generose dimensioni.

La concorrenza

L’agguerrita concorrenza della Peugeot 207 è stata quella rappresentata dalla Fiat Grande Punto, dalla Renault Clio III, dalla Ford Fiesta e dalla Opel Corsa, ossia le altre quattro reginette del mercato che ormai da tempo si contendono la palma di vettura più venduta del Gruppo B.

Al pari della diretta concorrenza, anche la 207 beneficiò di un generoso aumento delle dimensioni esterne rispetto al modello che andava a sostituire; infatti, sia la Punto, che la Clio, al pari della Fiesta del 2008 e della Opel Corsa disponevano di una carrozzeria lunga intorno ai 4 metri che rendeva la piccola francese agile quanto basta per l’impiego cittadino, ma anche abbastanza capiente e comoda per essere usata come unica auto di una famiglia.

Le caratteristiche ed i motori

Dal punto di vista estetico la Peugeot 207 si caratterizzava per la marcata caratterizzazione che distingueva a colpo d’occhio la versione a tre porte da quella a 5 aperture. Infatti, al momento del lancio, la 207 a tre porte era caratterizzata da una mascherina anteriore più ampia e dotata di una grigliatura diversa rispetto a quella del modello a 5 porte. Differente era inoltre la collocazione dei fari fendinebbia ed il taglio del finestrino posteriore. Le differenze estetiche tra il frontale delle due varianti furono eliminate nel corso del 2009, quando avvenne un restyling che uniformò il disegno del frontale delle due varianti.

Tra tutti i motori disponibili, sia a benzina che a gasolio e a gpl, il più apprezzato è stato certamente il 1.4 HDI, forte di prestazioni abbastanza brillanti e di consumi piuttosto contenuti.

Non è un caso, infatti, che questa unità propulsiva sia l’unica che equipaggia ancor oggi la Peugeot 207.

La 207 dopo il lancio della 208

Come avvenne con la 206 quando nel 2006 fu lanciata la 207, nonostante il lancio della nuovissima 208, la Peugeot ha deciso di mantenere in listino, disponibile anche online, ancora per qualche tempo la matura e sempre affidabile 207,  ribattezzandola ‘’207 Plus’’, semplificandone la gamma e sottoponendola a continue e numerose operazioni promozionali.

Oggi la 207 è disponibile solo con la carrozzeria a 5 porte abbinata al diesel 1.4 HDI da 68 cv e in un allestimento unico che include climatizzatore, servosterzo, vetri elettrici e fendinebbia.

207

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica