Altri sport: Champions League, ottavi 12 febbraio 2013, Celtic-Juve, formazioni

Torna finalmente la Champions League: stasera, 12 febbraio 2013, andrà in scena la partita Celtic-Juventus, valida per gli ottavi di finale. Contemporaneamente alla sfida di Glasgow si giocherà anche la seconda partita di questi ottavi di finale, ovvero Valencia-PSG. Ma gli occhi di tutti i tifosi italiani (juventini e non, presumo) saranno sulla sfida del Celtic Park, quella che potrebbe, da una parte, riscrivere la storia della stagione bianconera e dall’altra far sognare una città, anzi una nazione intera. Si perchè il Celtic Glasgow, che praticamente s’è già assicurato il campionato scozzese in virtù dei 18 punti di distacco sulla seconda, si concentrerà solo su un sogno chiamato Champions League. E già da stasera cercherà di ridimensionare le prospettive della Juventus che, come ha affermato Conte, quest anno non si vuole porre limiti.

Eppure, si sa, la partita sarà tutt’altro che facile: gli scozzesi quando giocano nello storico Celtic Park sembrano correre in 13 e non in 11, forti del calorosissimo pubblico che anche stasera, come in tutte le altre occasioni, diventerà una bolgia, un tripudio di colori bianco verdi, un’arena impazzita, praticamente ed a tutti gli effetti il dodicesimo uomo in campo. E proprio in virtù della spinta dei suoi 60.000 supporters il Celtic  di Lennon in casa gioca il suo miglior calcio. Ne sa qualcosa il Barcellona, che lo scorso novembre è uscito sconfitto dal Celtic Park per 2-1, con tanti di complimenti da parte di Iniesta and co. proprio all’indirizzo del pubblico e del suo sostegno. Ma attenzione dovranno farla anche gli scozzesi: questa Juventus non scherza, domina in campionato e vuol riprendersi una bella rivincita anche in Champions. Inoltre i bianconeri potranno contare su una maggiore esperienza in campo e su un centrocampo che, nelle ultime prestazioni, ha dimostrato di essere tornato a dettare legge, in Italia e non solo.

Per quanto concerne le formazioni di Celtic-Juve, Conte sembra intenzionato a non rischiare il rientrante Asamoah, che potrebbe addirittura essere lasciato in tribuna. Spazio dunque a Peluso, con Lichesteiner che invece agirà sulla destra. In attacco Matri è in vantaggio su Giovinco per affiancare Vucinic in attacco, mentre in difesa torna Bonucci dopo due turni di squalifica in campionato. Passando al Celtic Glasgow, gli “Hoops” schiereranno la loro migliore formazione, il 4-4-2, con il greco Samaras in forte dubbio per una maglia da titolare a causa di un infortunio. Se dovesse farcela, al suo fianco giocherà il giovane talentino Hooper. A centrocampo Lennon punterà molto su Wanyama, che è apparso uno dei più in forma delle ultime uscite. Vediamo dunque nel dettaglio le probabili formazioni di Celtic Glasgow-Juventus, in programma stasera alle 20,45 con diretta TV su Premium Calcio, Sky Sport 1 e Sky Calcio:

CELTIC: Forster, Lustig, Wilson, Mulgrew, Izaguirre, Brown, Wanyama, Ledley, Commons, Samaras, Hooper (All. Lennon)

JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Bonucci, Caceres, Lichsteiner, Pirlo, Marchisio, Vidal, Peluso (o Giaccherini), Vucinic, Matri (Giovinco) (All.Conte)

 

800px-Inside_Juventus_Stadium_(3)

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica