Valentino Rossi: la Yamaha offre sia la MotoGp che la Superbike





Si continua ancora a parlare in questi giorni del futuro di Valentino Rossi. Sono emersi alcuni dettagli, non confermati, dell’offerta che la Yamaha avrebbe fatto al Dottore. Questa non riguarderebbe solo le due prossime stagioni in MotoGP, ma anche la possibilità di far debuttare la nuova Superbike a fine 2014. La casa di Iwata sta pianificando il rientro nelle derivate dalla serie lasciate un anno fa e affidare a Rossi il ruolo di guida tecnica e pilota di punta. La Ducati ha chiesto una risposta entro sabato, Rossi ha fatto sapere che chiarirà il futuro non prima del GP di Indianapolis, in programma il 19 agosto. Rossi pensa quindi anche alla Superbike per il suo futuro. Ora avrebbe un posto nel team insieme a Jorge Lorenzo e la certezza di poter finalmente lottare di nuovo per la vittoria.

Rossi ha parlato più volte della volontà di chiudere la carriera in Superbike. Con la Yamaha potrebbe arrivarci nel 2015 per provare a diventare l’unico pilota della storia a vincere un Mondiale in tutte le categorie nelle quali ha gareggiato: 125, 250, 500 e MotoGP. Inoltre la Superbike ha risvolti commerciali importanti, Valentino ha già guidato la Yamaha ufficiale Superbike nell’estate 2010. In mezza giornata a Brno, eguagliò subito il primato della pista e risolvendo i problemi di messa a punto lamentati dal titolare. La moto nella gara successiva, a Silverstone, sfruttando l’assetto di Rossi, centrò la sua prima vittoria e il secondo posto.

A breve si dovrebbe finalmente sapere qualcosa, anche perchè la Ducati deve cercare il sostituto di Valentino Rossi, si fanno i nomi di Andrea Iannone e Scott Redding, impegnati in questi giorni nei test con la Desmosedici.