Valentino Rossi e Ducati: ancora nuove ipotesi

rossi ducati

Valentino Rossi dopo la gara di Losail non si è detto per nulla soddisfatto di come siano andate le cose. Tra lui e la Ducati non funziona, in molti pensano che a fine stagione il loro rapporto potrebbe concludersi, il suo contratto glielo permette, basta pagare una penale, che non dovrebbe essere molto alta.

La Ducati deve pensarci bene perché in quel caso rimarrebbe senza il suo pilota più importante e rappresentativo, ma anche senza molti sponsor. Tutta questa situazione potrebbe anche condizionare il futuro della casa italiana nella MotoGp. Alcuni contratti di sponsorizzazione scadranno alla fine di quest’anno, senza Rossi le cose sarebbero molto diverso e il potere di negoziazione differente.

Una questione che andrebbe risolta prima possibile, anche perché da tempo si rincorrono anche altre voci che vorrebbero la Ducati nelle mani di Audi. In quel caso andrebbero valutati i programmi dei tedeschi nel motomondiale.

Anche per la Dorna la perdita di Valentino sarebbe un problema, ci sarebbero meno sponsor, ma anche meno spettatori, lui è in grado di attirare l’attenzione di moltissime persone, quindi anche l’associazione starebbe lavorando per fare in modo che il Dottore non vada via, magari in Formula 1 o nei rally, due mondi che tanto gli piacciono.

Nel caso di una rottura Rossi non potrebbe trovare un’altra moto su cui salire a stagione iniziata, ma nel 2013 si. Il prossimo anno scadranno tutti i contratti dei top rider come Stoner, Lorenzo e Pedrosa e un posto ci sarà sicuramente, magari con un proprio team.

Il motomondiale è già in difficoltà a causa dela crisi economica e quindi non può permettersi che Valentino vada via, ma non può nemmeno obbligarlo a rimanere per forza.