Valentino Rossi diventa Valentissimissimo





Valentino Rossi diventa Valentissimissimo. Dopo la gara dominata da Dani Pedrosa, sul web è nato questo nuovo inaspettato soprannome per il Dottore di Tavullia. Si passa dal fotomontaggio di Rossi in sella a una Ducati stradale ai nomignoli come Valentissimissimo. Lui tace su Twitter, ma con le vittorie dovrà riconquistare anche il suo pubblico, deluso da due anni pesanti e da un finale di stagione sotto tono.

Con la Ducati non va, non è mai andata, mancano ancora sette gare e poi sarà finito il matrimonio che non ha mai portato i risultati sperati.  Da notare che comunque Rossi poteva ritirarsi, ma ha preferito finire la gara, anche se nelle retrovie. Domenica si va  a Brno che è una pista che piace a Rossi e dove l’anno scorso fece una gara discreta, poi ci sarà Misano. Il rapporto tra il pilota e la Ducati termine l’11 novembre, nell’ultima gara in calendario a Valencia.

Poi sarà la volta della sua nuova avventura in Yamaha, un ritorno, con Jorge Lorenzo. La squadra lo ha preso subito, senza pensarci due volte, ma con un ingaggio nella media di altri piloti e preferendolo ad Andrea Dovizioso, che comunque nel corso di questa stagione ha dimostrato di essere più in forma e ha fatto meglio. Una scelta che non sembra essere solo di immagine, la squadra punta molto sulle ambizioni e sulla grande voglia di rilancio del pilota italiano che dopo due anni di digiuno vuole assolutamente tornare ad essere competitivo. Vedremo se lo sarà ancora oppure no.