Superbike 2012, ottimi riscontri per la Kawasaki dopo i test di Valencia



In vista della prossima stagione il Kawasaki Team Racing sta lavorando duramente per provare ad effettuare quel passo avanti di cui necessità per poter colmare quel gap prestazionale che separa le moto verdi dalle moto di prima fascia nel mondiale Superbike. La prossima stagione sarà senz’altro piena di impegni e sfide da completare per il team che ha la necessità di migliorare il suo comparto tecnico per poter provare a dare seguito alle cose positive messe in mostra nell’ultima stagione.
Tom Sykes, pilota britannico e prima guida del team, da parte sua sta provando a dare il massimo per poter provare a competere ad armi pari con i primi della classe. Si tratta di una sfida tutt’altro che facile per il pilota d’oltremanica protagonista quest’anno di una vittoria a sorpresa nel corso della seconda manche del GP di Germania. Per Sykes sarà la terza stagione sulla Kawasaki e dopo aver dato dimostrazione di una crescita, seppur graduale, in questi primi due anni, vuole provare a migliorare ulteriormente a partire dal 2012.
Ecco una breve dichiarazione di Sykes riportata dal sito ufficiale Superbike al termine dei test di Valencia, gli ultimi in calendario sino alla fine della pausa fissata per il 15 gennaio “Al momento abbiamo un pacchetto che è rimasto sostanzialmente invariato tra un test e l’altro. Il set-up di base è abbastanza buono, funziona a dovere sulla distanza e, quando montiamo una nuova gomma, anche per un giro veloce. Sento che abbiamo fatto tanta strada dal test di Portimão di fine stagione. Il controllo e la prevedibilità della moto sono migliorati rispetto al passato e questo mi aiuta a capire quando raggiungo il limite”