SuperBike 2012, le gomme soffrono il circuito di Monza





Il circuito di Monza è uno dei più impegnativi al livello mondiale, ed è anche il circuito più veloce del Mondiale. Proprio per questo, le gomme sono chiamate ad un duro lavoro, in quanto vengono enormemente sollecitate. Per questo motivo, per l’unico fornitore Pirelli, questo di Monza è un severissimo esame per mettere alla frusta le soluzioni adottate dai piloti. Soluzioni che, una volta messe a punto, ritroviamo sul prodotto di serie.

L’estrema lunghezza dei rettilinei, la permanenza alle alte velocità e la violenza delle staccate, stressano la parte centrale della sezione del pneumatico con sollecitazioni uniche tra tutti i circuiti del campionato”  spiega Giorgio Barbier, direttore racing Pirelli. In sostanza, l’energia termica sviluppata ad angolo di inclinazione nullo sia in accelerata che in frenata è superiore di circa 5 volte quella sviluppata nel circuito di Assen. Forze centrifughe elevatissime in rettilineo determinano stress superiori per le carcasse, ed i lunghi curvoni, come la Parabolica o Curva Grande, rappresentano una delizia per i piloti, ma soprattutto per i tecnici, impegnati a nello sviluppo delle gomme.

Rimando sul tema pneumatici, Pirelli ha ideato, in occasione del 25esimo anniversario del Mondiale SuperBike, una versione del tutto esclusiva delle gomme supersoft che i piloti potranno utilizzare per la Superpole di sabato: un Diablo Silver Stripes che presenta sul battistrada sei strisce di colorazione argento colore legato per tradizione agli anniversari dei 25 anni e sul fianco verrà messa un’etichetta che riprodurrà la bandiera italiana e il logo commemorativo ideato da Infront Motor Sports per festeggiare questo traguardo importante di un quarto di secolo.