WSBK, il team BMW Motorrad potrebbe passare dalla SBK alla categoria Evo

Sylvain-Barrier-600x350

Il WSBK, a partire dall’anno prossimo, non vedrà più sulla griglia di partenza il team BMW Motorrad GoldBet SBK, che però potrebbe esordire successivamente nella nuova categoria Evo. E’ questa l’ultima voce che riguarda il team tedesco, che vi ricordo pochi mesi fa scosse tutto il mondo delle derivate di serie annunciando a sorpresa il suo ritiro dalla SBK. Tuttavia le moto della Casa tedesca potrebbero “giocare in anticipo” rispetto agli altri team e continuare a correre nella top class delle derivate di serie, precisamente nella nascente categoria Evo.

Per chi non lo sapesse, vi ricordo che la categoria Evo è quella che vedrà impegnati nel WSBK i team satelliti. Questa nuova classe di moto nasce dall’esigenza di Dorna di abbattere i costi della “povera” SBK e, soprattutto, per rendere più ricca e competitiva la scarna griglia di partenza del WSBK. Dunque il prossimo anno podio e classifica saranno separati dalle classice moto SBK, ma a partire dal 2015 tutte le moto impegnate nel Motomondiale saranno Evo, con il team BMW che dunque è intenzionata a mettere le mani avanti.

Infatti, se veramente il team tedesco partisse con un anno di vantaggio rispetto agli “avversari”, si tratterebbe indubbiamente di un bel vantaggio. A parlare di questa possibilità ci ha pensato Serafino Foti, Direttore Sportivo del team BMW che ha affermato :”Siamo sicuri che la Evo sarà molto competitiva da subito perchè la differenza di motore è più teorica che reale, visto che sulla SBK usiamo controlli elettronici invasivi che tagliano potenza per renderla più guidabile”.

Infatti le moto della Evo, che sono in pratica delle Stock con ciclistica però da SBK, dovrebbero avere dai 20 ai 30 cavalli in meno di potenza rispetto alle altre moto della “Top Class”. Inoltre le Evo avranno gomme con una mescola più soffice rispetto a quelle della Superbike, motivo per cui in realtà il gap tra le due classi potrebbe ridursi di molto, se non annullarsi. Vi ricordo infine che il prossimo 20 ottobre il pilota francese Sylvain Barrier, leader attuale nella classe Stock 1000, dovrebbe correre a Jerez in sella ad una S1000RR, che è già configurata per correre nella nuova categoria dalla prossima stagione.  Se poi ci aggiungiamo che Chaz Davies, con questo nuovo colpo di scena, potrebbe decidere di restare in BMW e tentare una nuova sfida, potremmo dire che il team tedesco parte già in netto vantaggio rispetto agli altri, Noi di Moto10 vi terremo aggiornati su tutte le novità del caso!

 

Sylvain-Barrier-600x350