Prezzo della benzina: si sfiorano i 2 euro a litro!





Il prezzo della benzina non accenna a diminuire. Il greggio è ormai arrivato a cifre stratosferiche ed impensabili appena un anno fa. Sono lontani i tempi in cui la benzina viaggiava al di sotto di 1,50 euro, così come sono lontani  quei tempi in cui si parlava di scioperi e manifestazioni per far si che le compagnie abbassassero i prezzi.

E’ notizia di qualche ora fa che il prezzo del prezioso oro nero è salito ancora. Eni ha aumentato il prezzo fino ad 1,98 euro a litro! Al sud la situazione è per certi versi critica. Fare il pieno è ormai diventato un lusso che non tutti possono più permettersi e le truffe si moltiplicano. A Roma infatti sono state sequestrate 22 pompe di benzina.

Inoltre 8 persone sono state denunciate per truffa. A Napoli fare il pieno all’auto è diventato più costoso del pranzo di Pasqua. E purtroppo non è una battuta, ma la triste realtà. I napoletani dovranno scegliere quindi se fare il pieno alla macchina o se mettere in tavola il piatto per le festività pasquali.

Anche al nord ed al centro il prezzo della benzina è salito a 1,90 euro e la paura ora è quella che anche in Lombardia o in Piemonte si possano ben presto avvistare pompe della benzina con cifre ben al di sopra della media.

La speranza è che l’economia possa invertire la rotta e che tutto questo scempio di nafta possa presto finire. Le previsioni dei mercati tuttavia non sono incoraggianti a tal proposito in quanto sono previsti nuovi rincari per il mese di aprile.