Offerte e sconti sulla benzina: è guerra sui prezzi





Quando Eni due settimane fa ha lanciato l’iniziativa “Riparti con Eni”, con la quale i prezzi su benzina e diesel verranno abbassati ogni week-end (fino al 3 settembre) di 20 centesimi rispetto alla media di mercato, ha creato un vero effetto a catena, sia tra i consumatori che tra le principali compagnie petrolifere erogatrici di carburante. Infatti adesso s’è creata una spietata concorrenza nel mercato del carburante, paragonabile ad una vera guerra sui prezzi, con le compagnie petrolifere più importanti pronte a “superare” la casa del cane a sei zampe rilanciando offerte altrettanto valevoli.
E come si suol dire, tra i primi due il terzo gode: infatti sarà uno scontro sui prezzi che gioverà sicuramente a noi cittadini, ultimamente martoriati economicamente dai prezzi eccessivi del carburante ed in un periodo in cui, tra crisi economica e alto tasso di disoccupazione, si rischia di non uscirne vivi.
La prima compagnia a rispondere ad Eni è stata “Esso” che, dopo un iniziale sconto di 5 centesimi al litro ( ma valido solo nell’orario di chiusura degli impianti ed in modalità self pre pay), nell’ultimo week-end ha rilanciato con uno sconto di almeno 21 centesimi (variabile), praticato negli orari di chiusura del fine settimana (da giovedì alle 13 fino alla notte tra domenica e lunedì).
Anche “Q8” non s’è fatta attendere, facendo partire da Roma il 28 giugno lo sconto di 21 centesimi sul carburante ( ma in modalità self-service).
“Total Erg” ha garantito invece uno sconto di 15 centesimi a litro, sempre in modalità self-service e durante il fine settimana. Meno aggressiva infine la risposta di “Shell”, che ha rilanciato con uno sconto di soli 10 centesimi.
Che dire, speriamo che questa guerra all’ultimo…litro continui. Perchè a noi consumatori piace veramente tanto.