MotoGP, calendario 2013: si pensa ad una nuova tappa in Texas

1stoner_pedrosa_assen_53

Tra una tappa e l’altra del motomondiale 2012, è ormai tempo di pensare alla nuova stagione 2013 di MotoGP. Un’indiscrezione che circola da giorni, e che sembra sia stata confermata ufficialmente, è che la MotoGP ha avviato dei negoziati con il nuovo “Circuito delle Americhe” ad Austin, in Texas, con l’obiettivo di ottenere un posto nel calendario della prossima stagione del motomondiale 2013. Questo passo l’aveva già compiuto lo scorso aprile il Mondiale Formula Uno, stipulando con il circuito americano un contratto valido 10 anni e a partire appunto dal 2013.

Tuttavia anche l’accordo tra il Circuito delle Americhe ed il Mondiale Formula Uno ha incontrato originariamente delle difficoltà, in particolare per la partenza del promoter Tavo Hellmund. Solo successivamente è stato raggiunto un altro tipo di accordo direttamente con i proprietari del circuito, e dunque la F1 esordirà in Texas il prossimo novembre.

Capitolo MotoGp. Sembra che anche in questo caso vi siano delle problematiche contrattuali da affrontare, ma Dorna ha recentemente affermato che comunque le trattative, dopo un periodo in stand-by, sono ormai ripartite. Per ora non sono trapelate altre informazioni ma Ignacio Sagnier, responsabile della comunicazione di Dorna, ha affermato che in occasione del prossimo GP di San Marino potrebbe essere disponibile una bozza del prossimo calendario di MotoGP 2013. E tra le tappe future, chissà che non compaia anche la nuova tappa texana, su cui però il presidente del circuito americano, Bobby Epstein, s’è mantenuto vago affermando che stanno apprezzando le molte offerte ricevute e che sperano di poter offrire un calendario ricco di eventi importanti.

In attesa di capire se ci sarà la tappa texana, posso comunque affermare che il calendario di MotoGP 2013 presenterà molte novità: oltre ad Austin infatti ecco che si ritornerà in Argentina (l’ultima volta fu nel 1999), con la nuova tappa sul tracciato Termas di Rio de Honda. Prevista anche una tappa in India, mentre bisogna sistemare la questione con alcuni tracciati spagnoli (Valencia, Catalunya e Jerez), tutti in dubbio per il 2013 ( così come i tracciati di Laguna Seca ed Indianapolis qualora dovesse davvero trovarsi l’accordo con Austin).