MotoGp 2013: Rossi – Yamaha, aspettando il GP degli USA

640px-Valentino_Rossi_02

Sembra ormai alle spalle in periodo duro trascorso in Ducati per Valentino Rossi, uno dei protagonisti di questo Moto GP 2013, che con il ritorno in Yamaha  può tornare a fare ciò che lo ha reso celebre, ovvero vincere.

Tante critiche in quest’ultimo biennio ducatista, ma il dottore si è lasciato tutto alle spalle anche se non nasconde la delusione: “Dei due anni passati con la Ducati mi hanno deluso i risultati e il fatto di non essere riuscito a mettere a posto la moto, di non averla migliorata. Sono state due stagioni difficili, che ora, però, serviranno a farmi godere di più le prossime. Anche se il duello con Lorenzo sarà durissimo”.

Rossi vuole tornare a primeggiare magari raggiungendo quell’ottavo titolo che insegue ormai da qualche anno e che se arrivasse in questa stagione potrebbe anche far meditare il dottore ad un ritiro in grande stile, come si evince dalle sue parole: “Se sarà l’ultima stagione, significherebbe che avrò fatto bene. Io non vorrei smettere mai, mi piacerebbe fare il pilota fino a quando ci riesco, in moto o in macchina. Mi piace questa vita e l’adrenalina che ti dà”.

Le premesse per la stagione appena iniziata sono ottime, il secondo posto ottenuto in Qatar lascia intendere di come rispetto agli ultimi 2 anno il numero 46 sia tornato a concorrere per le zone alte della classifica.

Domenica si corre il Gran Premio degli USA ad Austin e sarà l’occasione buona per cercare conferme importanti, ma anche per capire meglio da chi guardarsi alle spalle.

Appurato ormai il duello con il compagno di squadra nonché campione del mondo Jorge Lorenzo, il pilota pesarese dovrà fare attenzione “al nuovo che avanza” su tutti Mark Marquez che sembra davvero non tradire le attese di inizio anno.

Non rimane che scaldare i motori, ma occhio al Valentino Rossi che superati i malumori post – ducati, è ora pronto a riscrivere la storia.

640px-Valentino_Rossi_02