MotoGP 2012, Phillip Island: sul circuito ci sarà un omaggio per Stoner

401px-Casey_Stoner_Sepang_2007

Siamo ormai alla vigilia del GP d’Australia 2012, che si correrà il prossimo weekend sul tracciato di Phillip Island, tappa valida per il MotoGP 2012. Ovviamente gli occhi saranno tutti, o quasi, puntati sul padrone di casa, Casey Stoner, che già da qualche mese ha creato non pochi motivi di discussione tra colleghi e fans dopo aver manifestato la volontà di abbandonare la MotoGP al termine di questa stagione. Molti sostengono che in realtà Casey non saprà stare lontano dalle piste, ma in virtù delle dichiarazioni del suo idolo, Phillip Island ha deciso comunque di omaggiare il “canguro mannaro”.

Come? A Stoner verrà dedicata la curva numero 3 del tracciato, che attualmente è ancora senza nome, ma che prossimamente diventerà la “Stoner Corner”. Questo gesto simbolico vuol essere una sorta di saluto a Stoner che proprio in Australia domenica correrà la (presunta) ultima gara da padrone di casa.  Casey in realtà non è il primo pilota di MotoGP che viene omaggiato con iniziative di questo tipo: il primo pilota a cui fu dedicato un pezzo del circuito fu Wayne Gardner (peraltro primo aussie a vincere il titolo mondiale nella massima categoria, eravamo nel lontano 1987), che si “beccò” il rettilineo dei box, oggi chiamato appunto “Gardner Straight”.

A lui va aggiunto anche Michael Doohan, l’indimenticato campione australiano vincitore di ben 5 titoli mondiali e che finora è il miglior pilota australiano di MotoGP della storia. A lui non a caso è stata dedicata la prima curva, che rappresenta sul circuito la parte più impegnativa da affrontare per un pilota. Infine altre curve portano il nome di Honda, Siberia e Lukey Heights. Stranamente invece non vi sono omaggi per i piloti di Superbike e, dato che gente come Corser o Bayliss hanno regalato non poche soddisfazioni alla loro terra d’appartenenza, il motivo di questa scelta appare bizzarro. Comunque sia,  Stoner siamo sicuri che questo problema non ce l’avrà.