MotoGP 2011: Rossi spegne le luci sulla Ducati



Valentino Rossi dopo la gara di Laguna Seca ha parlato dei problemi che la Ducati sta cercando di risolvere gara dopo gara. Il 9 volte campione del mondo è arrivato sesto al traguardo, precedendo Nicky Hayden e per come era iniziato il weekend è un risultato accettabile. Rossi tuttavia spegne i fuochi di speranza di chi si aspetta una moto competitiva a Brno il prossimo 14 agosto: “Non credo che a Brno avremo una svolta. In azienda stanno lavorando ma gli serve tempo. Per ora andiamo avanti con lo sviluppo della GP11.1, anche se stiamo soffrendo troppo.  In questo momento dobbiamo accontentarci perché abbiamo tanti problemi. In compenso con il ritorno di Burgess in questo weekend abbiamo lavorato bene e ho fatto anche una bella partenza. Peccato che poi per tenere il ritmo l’anteriore iniziava a chiudere e quindi ho dovuto mollare dai primi. Il nostro obiettivo è recuperare i 10 secondi di svantaggio da gruppetto degli inseguitori dove ci sono Simoncelli e Dovizioso. Perché per ora stiamo soffrendo troppo.

Parole che marchiano ancor di più la stagione della Ducati, iniziata sotto grandissime aspettative e che gara dopo gara è diventata da incubo per gli addetti ai lavori, per i piloti e soprattutto per i tifosi della casa di Borgo Panigale. Non ci si aspetti quindi un miracolo di ferragosto a Brno, poichè se Valentino vola basso è segno che la sfiducia in casa Ducati sia ormai un dato di fatto, spegnendo il fuoco di competitività che arde nel pluri campione del mondo.