MotoGP 2011: Rossi confida nella pioggia per il GP di Aragon



Dopo le qualifiche di ieri la delusione sul volto di Valentino Rossi era lampante, soprattutto dopo che tanto si era vociferato sul nuovo anteriore in alluminio montato sulla moto del Dottore, la nuova GP 11.2. Eh già, perchè nel corso della stagione l’evoluzione della Desmosedici GP 11 ha dato ben pochi risultati, quasi nulli a dire la verità. Ieri nelle qualifiche del GP del Motorland Rossi è sembrato fare un notevole passo indietro con il tredicesimo posto conquistato in griglia. Certo, senza dubbio ha inciso l’errore di Valentino nell’arrivare lungo e ritrovarsi in terra, ma ci si attendeva qualcosa in più dalla GP 11.2.

Nel post qualifiche Rossi ha espresso il suo pensiero in maniera schietta come sempre, sostenendo che il lavoro da fare c’è ancora e auspicando magari in una giornata di pioggia, che potrebbe aiutare notevolmente le prestazioni in piste della casa di Borgo Panigale: “Se domani dovesse piovere non sarebbe male, sul bagnato sono sempre andato forte e potremmo essere più competitivi. Non sappiamo perchè questa va più forte sul bagnato, è un bel punto interrogativo. Il feeling davanti non è ancora tornato, ci piacerebbe ma non è ancora così. Dobbiamo ancora soffire anche se un passo avanti lo abbiamo fatto. Ci vuole pazienza, santa pazienza.” Anomalo infatti il comportamento delle moto Ducati che incredibilmente sul bagnato riducono al minimo il gap dalle Honda e dalle Yamaha, ma che sul tracciato asciutto accumulano ritardi pazzeschi. Inutile dire che Valentino ed i tifosi Ducati si augurano di poter concludere in maniera positiva la gara, magari con un piccolo aiuto dal cielo.