MotoGP 2011: Lorenzo nella tana del lupo a Phillip Island



Jorge Lorenzo ha archiviato la prestazione del GP del Giappone e torna a parlare in vista del GP di Phillip Island. Sarà una gara molto molto dura per lo spagnolo, che in pista dovrà lottare non solo contro Stoner e sperare in una mano dalla buona sorte, ma allo stesso tempo dovrà lottare contro l’intero pubblico australiano, che sarà lì presente per vedere festeggiare Casey a fine gara. Una pressione quindi incredibile quella che lo spagnolo avrà addosso in occasione del GP di Australia nel fine settimana. Jorge dal canto suo sa che l’impresa sarà durissima, ma come campione del mondo in carica non può permettersi di gettare la spugna, almeno non ancora.

La voglia di correre a Phillip Island è tantissima per il maiorchino, anche se la cabala dice che negli ultimi 4 anni Stoner ha portato a casa 4 vittorie in quello che è il suo regno, il suo territorio di caccia per eccellenza. Impresa impossibile quindi? Certamente no, visto che in MotoGP può accadere di tutto, che si vinca un mondiale in casa o che si perda il titolo proprio davanti al pubblico amico. Lorenzo spera che domenica prossima Stoner non sia in uno stato di grazia tale da poter portare a casa la gara e soprattutto il titolo del mondo, qualora lo stesso Jorge arrivasse dal quarto posto in giù regalando di fatto la gioia a Stoner di poter festeggiare il secondo alloro davanti ai propri tifosi. Mancano pochi giorni al week end di Phillip Island e la tensione sale!