MotoGP 2011, Laguna Seca: Ducati has a dream



La MotoGP arriva nella terra dove i sogni diventano realtà, l’America. Domenica prossima infatti si correrà il GP di Laguna Seca, con grandi attese in vista della tanta carne al fuoco prevista per questo weekend. Tralasciando la questione lotta per il titolo, dedichiamoci ai problemi di casa nostra, ovvero della Ducati. A Laguna Seca la casa di Borgo Panigale porterà entrambe le moto, sia la GP 11 che la GP 11.1. Non che il passaggio da una moto all’altra abbia cambiato poi molto la situazione che Rossi ed Hayden già vivevano.

A rilasciare questa notizia è stato lo stesso pesarese che ha anche affermato che venerdì scenderanno in pista entrambe le versioni, per compararle e per svolgere un lavoro univoco su quella che risulterà essere la migliore. Verrebbe da dire che siamo ancora in alto mare con la tempesta che imperversa. In casa Ducati invece il clima appare disteso, forse per la consapevolezza di aver compromesso la stagione e con la testa già al prossimo anno, o forse perchè il lavoro degli uomini in rosso porterà in pista una moto altamente competitiva, cosa molto improbabile.

Rossi poi ha proseguito lasciandosi andare ai ricordi ed ai successi ottenuti a Laguna Seca, dove il Dottore ha quasi sempre fatto bene, ingaggiando duelli personali con il famoso ‘cavatappi’, il curvone più incredibile di tutta la MotoGP. La speranza è che la Ducati al giro di boa del campionato, possa invertire la rotta e magari cominciare proprio dal Laguna Seca, perchè in fondo in America tutti i sogni diventano realtà.