MotoGP 2011: Gresini in difesa di Simoncelli





Fauto Gresini ha parlato a sorpresa dicendo la sua sulla questione che nelle ultime settimane e da domenica ad oggi nelle ultime ore sta tenendo banco in  tutto il mono sportivo.

La questione riguarda l’incidente avvenuto tra Marco Simoncelli e Dani Pedrosa, che in quel di Le Mans hanno avuto un contatto in curva, provocato dal pilota italiano che nell’irruenza di un sorpasso ha toccato lo spagnolo costringendolo al fuori pista.

Purtroppo l’incidente ha portato delle nefaste conseguenze per Dani Pedrosa, che ha riportato la frattura della clavicola destra, mettendo a rischio la presenza del giovane pilota spagnolo nel prossimo GP di Barcellona.

Il proprietario del team Gresini Honda è sceso personalmente in campo per difendere il proprio pupillo dall’assalto mediatico al quale è stato sottoposto in questi giorni.

Il numero 1 della scuderia San Carlo ha esordito dichiarando di essere dispiaciuto non poco per quanto occorso a Dani Pedrosa, con il piccolo spagnolo che si è dovuto sottoporre anche ad un intervento chirurgico per riparare l’arto disastrato.

Ciò che non accetta Fausto è il fatto di aver visto Simoncelli crocifisso per quanto accaduto, nonostante le scuse del pilota stesso e nonostante la sanzione che i commissari in gara hanno inflitto al romagnolo.

Molto più duro secondo Gresini, il contatto di Dovizioso con Lorenzo, che però non ha avuto conseguenze e non è stato per questo valutato come pericoloso.

Una cosa è certa, questo putiferio che si sta addensando sempre più prima della gara di Barcellona, non farà altro che rincarare la dose prima di una gagra determinante per la MotoGP.