MotoGP 2011: come cambiano le cose dopo Misano

1328_motogp-logo

Il GP di Misano è stato ormai consegnato agli archivi e ad uscire da indiscusso vincitore del week end è stato senza alcun dubbio Jorge Lorenzo. Lo spagnolo infatti ha condotto una gara magistrale dalla partenza fino alla fine della corsa che gli ha consegnato oltre che la vittoria, anche quei 25 punti fondamentali per il continuo del campionato. A 5 gare dal termine infatti, Lorenzo e Stoner sono separati da appena 35 punti in classifica. A compromettere la leadership dell’australiano ci si è messo un alleato molto particolare per Lorenzo, il suo connazionale Pedrosa. Dani ha infatti insidiato Stoner per tutta la gara per poi superarlo a pochi giri dalla fine, andando a conquistare il secondo posto per gloria personale e regalando di fatto altri punti a Lorenzo, che dal canto suo non si sarebbe aspettato una simile rivalità interna alla Honda.

D’altronde Pedrosa già al suo ritorno aveva annunciato che avrebbe fatto da terzo incomodo in questa lotta a 2, che potrebbe però venir decisa proprio dal piccolo spagnolo, già autore di grandi prestazioni ai livelli del duo di testa. Stoner è avvisato dunque! Il canguro della Honda e leader al momento del mondiale non può permettersi di sbagliare e soprattutto deve guardarsi le spalle non solo dai nemici accreditati come Lorenzo, ma anche dagli amici di scuderia, come Pedrosa. Uno Stoner accerchiato che nelle ultime gare dovrà mantenere il vantaggio accumulato per poter conquistare quell’alloro tanto agognato e mai così vicino in tanti anni di presenza in MotoGP, certo, Pedrosa e Lorenzo permettendo.