MotoGP 2011: Burgess parla di Rossi e della Ducati

C_3_Media_1235566_immagine_oleft

Jeremy Burgess , il capo tecnico Ducati che  segue da anni Valentino Rossi, ha parlato di quanto mostrato dalla Ducati e da ciò che Rossi ed Hayden hanno mostrato fino adesso in vista del GP del Portogallo.

Burgess e Rossi hanno impressionato e dominato quando erano in Yamaha, ed ora dopo le difficoltà iniziali affrontate in Ducati, il capo tecnico spiega come mail’inizio sia stato tanto traumatico per il Dottore.

Burgess ha spiegato che i risultati non tarderanno ad arrivare e che non si può certo pretendere tutto subito, dopo che è cambiata la moto, gli uomini intorno ad essa, il modo di lavorare e soprattutto ci si è messo di mezzo l’infortunio di Valentino.

Proprio la spalla sotto accusa del pilota pesarese, a detta di Burgess sarà al 90% in Portogallo, a sottolineare che per il recupero totale del campione italiano ci vorrà ancora un po’ di tempo.

Burgess parla anche della nuova moto, che  deve essere plasmata a seconda delle esigenze e soprattutto delle possibilità di Valentino Rossi.

In Portogallo quindi ci si aspetta un nuovo passo avanti del duo Rossi-Ducati, mentre i tifosi sperano in una piacevole sorpresa.