MotoGP 2011: Bautista sulla prestazione di Aragon



Alvaro Bautista è tornato a commentare la sua prestazione dopo il GP di Aragon. Il pilota della Suzuki ha dimostrato di poter competere con piloti del calibro di Simoncelli, Rossi, Dovizioso, Spies nonostante la sua Suzuki non fosse sulla carta all’altezza delle più competitive Honda, Yamaha e Ducati. Alvaro ha portato a casa un sesto posto importantissimo per la sua personale classifica e per la classifica della Suzuki: “Le condizioni erano molto diverse da quelle delle prove, con temperature molto più basse. Volevo fare una buona gara davanti ai miei tifosi, quindi ho spinto al massimo perché la moto e le gomme andassero bene sin dall’inizio, ma non sono partito bene e alla prima curva mi sono trovato davanti altri piloti. È un buon risultato, ma penso che con condizioni uguali a quelle delle qualifiche avremmo potuto rimanere con il gruppetto in lizza per il podio. Sono contento di quello che abbiamo fatto questo weekend e non vedo l’ora di fare la prossima gara per continuare a lavorare così.”

Ottimismo più che giustificato quello del pilota Suzuki che sta vivendo una situazione molto particolare in questi giorni, essendo divenuto oggetto del desiderio della scuderia Tech3 per il prossimo anno. Sarà difficile che la Suzuki si privi tuttavia dell’unico pilota ufficiale sul quale ha scelto di puntare quest’anno e che sta regalando gradi soddisfazioni alla squadra nipponica. Il prossimo GP di Motegi rappresenterà il GP di casa per la Suzuki, che proverà a ripetere la prestazione di Aragon e perchè no, magari si proverà a puntare anche al podio per festeggiare in casa davanti ai propri tifosi.