Moto2 2012: Andrea Iannone sulle potenzialità della Speed Up



Il Motomondiale dista poco meno di un mese ed anche se l’attesa ha ormai raggiunto livelli spasmodici, i team sono ancora al lavoro in questi giorni. Non stupitevi quindi se la testa dei piloti non può essere alla prima gara di Losail, in Qatar, poichè sono davvero tantissime le scuderie che hanno ancora esposto il cartello ‘working in progress’.

Una delle scuderie che è al lavoro in questi giorni è la scuderia Speed Up, vale a dire la squadra di Andrea Iannone. La squadra del nostro connazionale è iscritta al campionato del mondo nella categoria Moto2. Andrea in questi giorni sta continuando il lavoro sulla moto per arrivare pronto al debutto stagionale.

Inutile dire che di lavoro ce n’è ancora tanto. Come lo stesso pilota abruzzese ha ammesso nei giorni scorsi, il lavoro è tanto poichè la moto è completamente nuova. Moto nuova ma con alte potenzialità, è questo il messaggio che Iannone ha lanciato ai suoi ipotetici rivali e a tutti coloro che sono dubbiosi sul potenziale della Speed Up.

Questa moto nuova ha buone potenzialità, ma sarà molto importante non dare nulla per scontato: ci sono sensazioni positive, ma bisogna ancora adattarla alla mia guida. Torneremo a provarla a Jerez, purtroppo c’è un sacco da fare e non avremmo il tempo di scendere ancora in pista prima delle prove IRTA di fine marzo.”

Andrea ha le idee ben chiare su quelle che sono le reali potenzialità della sua moto, ma allo stesso tempo il pilota ha grandi attese per questo mondiale ormai alle porte. La pista sarà il miglior riscontro possibile e da qui fino alla fine del Motomondiale saranno tante le occasioni per poter dire la propria.