Moto1: Michele Pirro indietro sulla tabella di marcia



Scenderà in pista questo week end Michele Pirro sul tracciato italiano di Imola. Il pilota italiano della scuderia FTR-Honda del team Gresini ha qualche difficoltà con la scaletta dei tempi. Il lavoro procede lentamente e l’inizio del campionato è sempre più vicino. Da qui l’esigenza di un test in pista con la sua CRT.

La CRT di Michele monta un propulsore Honda ed è stata costruita grazie ad un telaio FTR. I tempi stringono, ma il ritardo della scuderia Gresini per quel che riguarda la CRT è evidente. Certo, sarà forse di consolazione il fatto che le CRT delle altre scuderie non vertono in condizioni migliori.

D’altronde sono mesi di analisi e di studi con risultati raccolti in pista che evidenziano come le CRT siano distanti anni luce dalle moto ufficiali. Ciò nonostante, Fausto Gresini punta tanto sulla presenza della sua CRT tra le prime della competizione. Sia ben chiaro, ci riferiamo ovviamente ai vertici tra le CRT e non di certo al podio.

Il test di Imola dirà se Pirro potrà da subito adattarsi e competere allo stesso livello delle altre CRT, oppure se occorrerà ancora altro tempo alla squadra italiana per trovare il giusto assetto ed il giusto passo di risultati. Manca poco all’inizio della stagione, ma in casa Gresini c’è ottimismo.

Pirro ha voluto rasserenare i suoi fans sui risultati e sulle aspettative del team Gresini: “Ci aspetta una stagione lunga che non ci risparmierà ostacoli, ma sono sicuro che con il supporto di tutti, impegno e lavoro di squadra porteremo a casa, anche questa volta, il massimo risultato.” Intanto nei prossimi test di Jerez si potrà avere un primo riscontro in pista con tutte le altre scuderie.