Moto1: Ben Spies, quanto lavoro a Valencia!

spies-preview-silverstone

Quanto lavoro in quel di Valencia negli ultimi 2 giorni! In casa Yamaha in particolare il lavoro di tutti i piloti a disposizione è stato immane. Una mole di dati è stata raccolta sul circuito spagnolo, che consentirà agli ingegneri Yamaha di poter competere con la Honda il prossimo anno. Eh già, perchè il divario tra le 2 moto quest’anno non è stato poi così abissale nell’ultima parte di stagione. La Honda resta la moto da battere e così sarà anche per il 2012, ma la Yamaha potrà giocarsi bene le sue carte visto che la progettazione è in fase avanzata. Spies ha lavorato tantissimo sul motore, provando anche un nuovo telaio ed inoltre ha lavorato sulla geometria della YZR M1.

Il texano ha tenuto a sottolineare che sono stati 2 giorni molto pesanti e faticosi quelli vissuti a Valencia, causa anche l’assenza di Lorenzo, ancora fermo ai box per infortunio, che ha concentrato tutto il lavoro proprio su Ben e su Dovizioso: “E’ stata una lunga due giorni. Abbiamo avuto un sacco di lavoro da fare senza Jorge. C’è molto potenziale in quello che abbiamo fatto e ora in Giappone lavoreranno per metterci a disposizione il pacchetto per il prossimo anno. Il team e gli ingegneri hanno lavorato molto duramente così non posso che ringraziarli.” Ora si attendono risposte importanti dagli ingegneri giapponesi, che raccoglieranno i risultati di Valencia e forniranno nuove ed opportune modifiche alla moto. Intanto anche per Spies ora ci sarà qualche giorno di vacanza per potersi rigenerare un po’.