Moto1: Bautista, Bradl e Iannone sulla lista di Cecchinello



Alvaro Bautista è il grande dilemma della Moto1 per l’anno 2012. Il pilota della Suzuki infatti, non ha ancora chiarito la sua posizione riguardo al contratto che lo lega alla scuderia nipponica fino alla fine del 2011. Non è un mistero che Bautista sia uno dei piloti più appetibili dell’intero paddock. Su di lui sono già puntati gli occhi di Lucio Cecchinello, proprietario del team HRC. Secondo fonti bene informate Cecchinello avrebbe offerto a Bautista un contratto per poter guidare la Honda HRC RC 213 V 1000 il prossimo anno. Intanto in questi giorni Bautista girerà con la Suzuki da 800 cc, la stessa modo con la quale dovrebbe partire la scuderia giapponese il prossimo anno in Moto1.

Bautista avrebbe voglia di cambiare aria dopo aver dimostrato quest’anno di poter competere ad alti livelli e di essere un pilota completo. Tuttavia Bautista non è il solo pilota sulla lista di Cecchinello, sulla quale sono segnati in rosso anche i nomi di Stefan Bradl ed Andrea Iannone. Proprio Bradl nella giornata di ieri ha provato la Honda HRC RC 212 V, modello da 800 cc. La concorrenza è agguerrita ed i posti a disposizione sono sempre meno rispetto a quelli disponibili solo qualche settimana fa. Staremo a vedere cosa accadrà nelle prossime settimane, quando il mercato entrerà nel vivo per assegnare le ultime selle disponibili ancora. Al momento tuttavia Bautista è vincolato dal contratto con la Suzuki fino al 31 dicembre 2011, cosa che penalizza di fatto il pilota spagnolo e che apre le porte alle candidature di Iannone e Bradl.