Moto1 2012, test Jerez: Pedrosa parla della sua Honda





Dani Pedrosa è tornato a parlare in occasione della seconda giornata di test andati in scena sul tracciato di Jerez de la Frontera. Il pilota spagnolo ha effettuato 20 giri in totale sotto un violento acquazzone che ha smorzato le ambizioni di giornata di tanti piloti, costringendo molti colleghi di Dani alla resa.

Pedrosa ha invece provato la nuova luce posteriore per le gare in cui è prevista pioggia. Una giornata quindi non da buttare per la seconda guida in forza al team Honda che ha anche avuto modo di testare la RC213V in condizioni proibitive. Dani si è detto nel complesso abbastanza soddisfatto di come la sua giornata sia andata.

Ovviamente nessuno si attendeva che il protagonista assoluto di giornata fosse il meteo, tuttavia in casa Honda non si sono lasciati scoraggiare. Pedrosa e Stoner hanno adottato due strategie diverse, con lo spagnolo a lungo in pista e l’australiano uscito dai box solo per effettuare sei giri complessivi.

Ho deciso di uscire quando è iniziato a piovere perché è sempre utile raccogliere informazioni sul comportamento della moto sul bagnato prima dell’inizio della stagione, a maggior ragione con una moto nuova. La messa a punto era abbastanza standard sia a livello di telaio che di elettronica, ma il feeling è stato positivo, la RC213V funziona bene e mi dà fiducia.”

Parole sagge quelle dello spagnolo, che ha trasformato quella che poteva sembrare una giornata storta in una giornata di valutazioni approfondite. La moto di Dani risponde bene anche in condizioni di pioggia intensa e questo è un dato che in casa Honda non avevano ancora avuto modo di testare.