Moto1 2012: nuove regole nel 2013?

moto1

Il nuovo regolamento del Motomondiale non piace alle scuderie storiche che in passato hanno dominato e contribuito a fare grande la storia del motociclismo. E’ questo il quadro che emerge dal meeting MSMA che la scorsa settimana si è svolto a Sepang in concomitanza con i test delle varie scuderie.

In sostanza lo si era già capito dalle lamentele dei giorni scorsi ad opera dapprima della Honda e successivamente della Yamaha. Le scuderie giapponesi lamentavano il fatto che il peso minimo per le moto fosse passato da 153 kg dello scorso anno ai 157 kg di quest’anno. Il tempo di preavviso non c’è stato e le moto sono andate in produzione.

Così le nipponiche case motociclistiche si sono dovute adattare, adattando anche il peso delle proprie moto ufficiali. Cambiamenti in corso d’opera per intenderci. Ecco presto spiegato il meeting della scorsa settimana, al quale succederà una proposta formale alla FIA ed alla Dorna in occasione dei prossimi test di Jerez de la Frontera.

Alla FIA ed alla Dorna verrà chiesto una sostanziale modifica del regolamento a partire dal 2013. Le richieste verteranno anche su discorsi meramente economici, come ha spiegato Filippo Preziosi, general manager Ducati: “Stiamo cercando un compromesso tra riduzione dei costi e interesse per il campionato: la cosa importante é che le regole siano giuste, e che lo spettacolo sia buono.”

Troppi sono stati i cambiamenti in questo 2012, che hanno penalizzato lo spettacolo. Troppe anche le polemiche tra le scuderie e la Federazione. Il Motomondiale 2012 non è ancora iniziato, ma le polemiche sono invece già iniziate mesi fa. Un clima ovviamente che non rasserena gli animi.