Moto1 2012: Nakamoto accende il derby con la Yamaha





Shuhei Nakamoto, il vice presidente della Honda ha le idee chiare sul Motomondiale che è ormai alle porte. Il numero due di mamma Honda cerca di mescolare le carte in tavola e forse in virtù del fatto che troppi occhi addosso fanno solo male, cerca di spostare l’attenzione del pubblico su altre scuderie.

Non sorprendono quindi in questo senso le ultime dichiarazioni riportate dalla stampa, rilasciate proprio dal giapponese qualche ora fa. Nakamoto ha dichiarato che al momento la migliore moto a disposizione non è quella di Casey Stoner e Dani Pedrosa, bensì la Yamaha M1 di Jorge Lorenzo e Ben Spies.

La M1 é velocissima e rappresenta un grosso ostacolo per noinon siamo allo stesso livello. La Honda é più potente, ma la Yamaha vanta grande maneggevolezza. Come pacchetto, direi che al momento hanno la moto migliore. Il nostro problema principale é il chattering, non in frenata ma in fase di nella percorrenza delle curve.”

Il problema del chattering è stato ben evidente negli ultimi test di Sepang, dove Stoner in particolare è stato piuttosto duro con le noie avute a causa proprio di tale problema. Tuttavia la Honda non è di certo una moto da buttare, anzi. Stoner ha chiuso al comando i test in Malesia, con Pedrosa sempre a podio.

Appare quindi evidente che le dichiarazioni di Nakamoto vadano prese con le pinze, visto che fino a questo momento, anche se la Honda non è la moto che i piloti ufficiali si aspettavano, resta pur sempre la miglior moto del paddock, almeno stando a quanto riscontrato in pista.