Moto1 2012: la Honda vuol vincere in tributo del Sic





La Honda ha presentato il suo team per il Motomondiale 2012 approfittando dei test ufficiali sul tracciato di Sepang, in Malesia. Non mancava nessuno alla presentazione della squadra, neanche Nakamoto, il vice presidente della Honda. C’erano davvero tutti gli addetti ai lavori, dai meccanici agli ingegneri fino ai piloti: Casey Stoner e Dani Pedrosa.

A pensarci bene però, qualcuno mancava. Mancava un pilota all’appello. Un pilota che quest’anno avrebbe dovuto avere in gestione la terza moto Honda ufficiale: Marco Simoncelli. Il Sic infatti, aveva raggiunto l’accordo con la Honda che quest’anno gli avrebbe affidato una RC213V ufficiale. Purtroppo però, proprio su questo tracciato nello scorso ottobre, Sic ha trovato la morte.

Impossibile dimenticare un uomo come il Sic. Non solo un grande campione in pista, ma un campione nella vita. E’ dello stesso avviso anche Nakamoto, che in vista della stagione ormai imminente ha voluto sottolineare come la Honda debba difendere i titoli conquistati lo scorso anno per tributarli al Sic.

“Questa è la prima volta che torniamo a Sepang dopo che abbiamo perso Marco Simoncelli lo scorso ottobre, domenica abbiamo visitato la scena del suo incidente e deposto dei fiori e gli abbiamo dato un ciao finale. Credo che a iniziare forte questa stagione forte sarà un giusto tributo a Marco”. 

Un tributo che in casa Honda hanno voluto già rendere con il ritrovarsi in pista proprio in curva, in quella curva dove il 23 ottobre scorso Marco Simoncelli salutò il mondo intero ed uscì per sempre di scena. Un pilota ed un ragazzo che non potranno mai essere dimenticati.