Morte Simoncelli: Toseland lo ricorda come un grande campione

SIMONCELLI

Dopo quanto accaduto domenica scorsa nel GP di Sepang, dove ha perso la vita Marco Simoncelli, pochi sono stati i piloti o gli ex piloti che hanno detto la loro su quanto accaduto. Come aveva più volte ricordato Nicky Hayden, tutti sono come fratelli in pista ed assistere alla morte di uno di loro è qualcosa di atroce. Molti si sono rifiutati di parlare ai giornalisti o ai media e quei pochi che l’hanno fatto erano ancora sotto shock per l’accaduto. Tantissimi hanno ricordato il Sic sui social network o sui propri siti web. Dopo miliardi di messaggi viaggiati sulla rete, anche James Toseland, ex pilota della MotoGP ha voluto rilasciare qualche dichiarazione.

Toseland ha ricordato Simoncelli come un ragazzo simpatico, a modo, come un ‘grande campione': “Marco era un ragazzo simpatico, penso che tutti invidiassero la sua pettinatura, il carisma e la voglia di vincere. Era un bel ragazzo, tranquillo lontano dalla pista, ma una volta ha tirata giù la visiera del casco, era il pilota più feroce e combattivo. Era un grande campione e lui era già come una superstar in MotoGP.” James è stato compagno di squadra di Edwards nel 2008, quando Simoncelli vinceva il suo titolo del mondo nella classe 250. Proprio a Colin e a tutti i suoi ex colleghi, Toseland ha voluto dare coraggio e ricordare che dopo quanto accaduto, il miglior modo per rendere omaggio alla memoria del Sic è quello di andare avanti. Vedremo come risponderà la MotoGP in quel di Valencia tra 10 giorni, la prima senza Marco Simoncelli.