Mondiale Motocross 2012: Cairoli trionfa in anticipo

800px-Antonio_Cairoli_ITA_FMI_Yamaha_FIM_MX_Mallory_Park_2008_R6a

Antonio “Tony” Cairoli conquista con una giornata d’anticipo il Mondiale di Motocross 2012, entrando così nella storia. Il campione della KTM, nel GP d’Europa a Faenza che s’è disputato ieri domenica 9 settembre 2012, s’aggiudica così il sesto titolo mondiale in otto anni, addirittura il quarto consecutivo. Certi numeri indicano come il pilota abruzzese non abbia ancora trovato qualcuno che nel Mondiale di Motocross possa metterlo in serie difficoltà.

E pensare che all’inizio della gara Cairoli s’era presentato nel paddock scuro in volto e nervoso a causa della brutta qualifica ottenuta (solo 14esimo posto). Invece i fantasmi sono stati scacciati con una prova da urlo in cui il pilota 27enne originario di Patti s’è accaparrato entrambe le manche del GP di Faenza, riducendo tutti gli avversari in poltiglia. Dunque la rabbia s’è trasformata in determinazione permettendo a Toni Cairoli prima di superare Pourcel con classe e tecnica (tantissime le traiettorie “impossibili”), poi di trionfare anche nella seconda manche, tenutasi dopo due ore caratterizzate da festeggiamenti e  bagni di folla per l’abruzzese (allora già sicuro del titolo).

Visibilmente soddisfatto Cairoli, che  alla fine della gara che lo porta per l’ennesima volta in cima alla classifica mondiale dedica la vittoria alla mamma Paola, scomparsa l’anno scorso :” E’ bellissimo poter vincere e festeggiare davanti al mio pubblico, i tifosi mi hanno spinto tantissimo: per tutta la gara ho sentito le loro urla d’incoraggiamento. E’ stata una grandissima emozione. Dedico il mondiale alla mia famiglia e soprattutto un pensiero speciale a mia madre, che è mancata il 9 settembre dello scorso anno”.

Toni Cairoli vinse il primo mondiale di Motocross nel 2005, in MX2, per poi ripetersi nel 2007. Passato alla categoria superiore, Cairoli non ha più sbagliato un colpo e per numero di titoli vinti adesso il campione abruzzese è secondo solo a Everts, che è fermo a quota 11 vittorie. Il titolo di leggenda adesso è veramente ad un passo.