Mercato moto-scooter novembre 2013: ancora in calo le immatricolazioni

800px-I-80_Eastshore_Fwy

Come previsto, anche nello scorso mese di novembre 2013 il mercato delle due ruote ha registrato perdite su perdite, sia nel settore scooter che nel settore moto. In particolare, il dato reale sul penultimo mese dell’anno è di -18,8 %, ma bisogna considerare anche le immatricolazioni degli scooter destinati a Poste Italiane, che ci “consegnano” un più contenuto -4,7%, pari a 6,782 immatricolazioni totali.

Se la nostra analisi si sposta separatamente sui due settori, vediamo che “sorride” quello degli scooter,  che a novembre 2013 ha registrato un +0,8 % (5010 unità immatricolate). Occhio però, se escludiamo i mezzi di Poste Italiane, anche per gli scooter la percentuale è di nuovo negativa, con un -19,4% e solo 4006 immatricolazioni. Non meno difficile la situazione nel segmento moto, dove si registra una battuta d’arresto in fatto di vendite: solo 1772 i pezzi venduti ed un decremento del -17,5%.

Sulla stessa linea anche i cinquantini, che a novembre 2013 contano solo 1427 registrazioni ed un critico -29,5%. Se consideriamo che Novembre vale, in media, circa il 3,4% sul totale immatricolato dell’anno, direi che sono numeri che vanno assolutamente “modificati”. Serve un’inversione di rotta.

Dando uno sguardo all’immatricolazioni generali da gennaio a novembre 2013, vediamo che il mercato di moto e scooter conta in tutto 149,923 mezzi venduti, corrispondenti ad un calo generale del -19,8% rispetto allo stesso periodo del 2012. Gli scooter realizzano 98,730 pezzi (-23,4%), mentre le moto 51,193 pezzi (-11,5%).

Stessi preoccupanti numeri si registrano analizzando l’andamento del mercato per cilindrata:  gli scooter 125cc sono quelli che si “difendono” meglio, con 31,978 pezzi immatricolati a novembre 2013 ed un -21,4%. Ancora meglio, però, i segmenti 125-200 cc, con 24,206 unità vendute ed un -18,7%. In caduta libera invece i 250cc ed i +500cc: i primi registrano il -54,2%, i secondi invece -40,1%.

Capitolo moto: le cilindrate da oltre 1000cc segnano “solo” un -6,7%, con 5,535 unità vendute. Seguono in termini di importanza le moto 800-1000 cc (12,729 pezzi ed un – 11,1%), le 650-750 cc (9,902 pezzi ed un -22%) ed infine le classi da 600cc  (1981 unità ed un -37,4). Vedremo se, anche grazie all’EICMA 2013,andato in scena a Milano lo scorso novembre, il mercato delle due ruote riuscirà ad invertire il trend negativo.

 

800px-I-80_Eastshore_Fwy