Mercato moto e scooter: i dati di marzo 2012



Il mercato delle moto è in lenta ripresa. I dati di marzo 2012 parlano infatti di un lieve miglioramento nel settore delle immatricolazioni per le due ruote. Il mercato, così come l’economia, si sta dunque riprendendo seppur in maniera lenta e graduale. Sia ben chiaro, non parliamo certo di dati in positivo, ma pur sempre di dati passivi.

La soglia dei veicoli immatricolati nel mese di marzo è stata passiva del 4,4% rispetto al mese di febbraio. La vendita di scooter è stato l’unico segnale positivo con un incremento del 5,6% rispetto al mese precedente. Le moto invece fanno segnare un picco negativo del 18,8%, ancora più preoccupante rispetto al dato raccolto in precedenza.

Nel mese di febbraio infatti, le immatricolazioni per le moto erano ferme, ma solitamente il mese di marzo corrisponde all’11% del venduto annuo. Cosa emerge quindi dall’indagine di mercato di marzo? Sicuramente che il mercato degli scooter è il mercato trainante in questo momento.

Sarà forse per i prezzi più accessibili o forse perchè il settore degli scooter sopra i 50 cc è in grado di offrire maggiori opportunità di utilizzo sia in città, dove è praticamente indispensabile, che per gite fuori porta. Nei primi tre mesi del 2012 i dati parlano chiaro: il 15% in meno rispetto ai primi tre mesi del 2011.

Le moto vendute sono pari a 17.882 unità, mentre gli scooter sono quasi il doppio con 32.339 unità. La speranza è che con lo spread in calo anche le immatricolazioni per il mese di aprile possano crescere in modo tale da poter ristabilire quotazioni accettabili in concomitanza con l’arrivo dell’estate.