Marco Simoncelli, suo padre Paolo incontra i ragazzi del Trofeo delle Regioni





Paolo Simoncelli, il papà di Marco, è stato protagonista a Porto Sant’Elpidio, alla presentazione della mascotte ufficiale del Trofeo delle Regioni di basket. Un incontro che ha visto la presenza di molti bambini e ragazzi. Paolo ha detto che a Marco sarebbe piaciuta un’iniziativa così e per questo motivo lui è andato volentieri. Marco Simoncelli è anche il nome di una fondazione che raccoglie fondi per disabili, in breve tempo sono stati raccolti 700.000 euro.

Un istituto di riabilitazione vicino a Coriano dove Marco andava spesso e cercava di dare una mano. Prima di andare via dopo foto e autografi Paolo ha parlato ancora di suo figlio e ha detto che non pensava che così tante persone gli volessero così bene. A casa hanno 3.000 disegni di bambini tra i 3 e gli 8 anni, un affetto che coinvolge ogni età, anche da parte di donne di 70 anni che non hanno mai visto una corsa di moto.

A oltre quattro mesi di distanza dalla tragedia di Sepang, il dolore c’è ancora. “E’ dura, soprattutto quando siamo soli, ma queste dimostrazioni d’amore di tanti ragazzi ci danno la carica e abbiamo una bambina di 14 anni che ci dà una mano. Inoltre c’è una cosa che ci rende quasi sereni, dopo tutto quello che è successo. Da portarci a dire che con nostro figlio rifaremmo tutto allo stesso modo, anche sapendo come va a finire. Che Marco era felice, faceva quello che gli piaceva”. Con queste belle e toccanti parole si è concluso l’incontro nel quale sono stati in molti ad aver imparato qualcosa.