Marco Simoncelli: Fausto Gresini spiega perchè correre a Valencia





Il team di Fausto Gresini domenica prossima correrà il GP di Valencia. Dopo la morte di Marco Simoncelli, avvenuta appena 10 giorni fa nel tragico incidente di Sepang, Fausto e la sua squadra avevano dapprima diramato un comunicato ufficiale dove rendevano noto che il team Gresini non si sarebbe recato a Valencia, successivamente era arrivata la rettifica in cui si comunicava che la scuderia italiana avrebbe presenziato all’ultima tappa del Motomondiale,  ma senza correre. L’altro ieri invece è arrivata una nuova rettifica in cui il patron ha fatto sapere che il suo team correrà in quel di Valencia sia in MotoGP che in Moto2. Successivamente all’annuncio, nelle ultime ore, lo stesso Fausto Gresini ha voluto spiegare il perchè di questi continui cambi di idee.

Fausto ha dichiarato che la decisione è stata difficile da prendere. Inizialmente si era scelto di non presenziare nemmeno in quel di Valencia, ma poi si è pensato alla passione di Marco per le gare. Gresini ed il suo team si sono chiesti cosa avrebbe voluto davvero Simoncelli, assistere al suo box chiuso o se vedere il compagno Aoyama in pista per onorare la sua memoria. Alla fine la decisione è stata presa ed il team Gresini a Valencia ci sarà in pista. Fausto ha voluto sottolineare come correre senza il Sic sarà difficile e nonostante tutto il box di Marco verrà comunque allestito, anche se lasciato vuoto. Il team Gresini a Valencia ci sarà e porterà con sè anche il ricordo di Simoncelli, che da lassù correrà la sua personalissima gara.