EICMA 2011 Milano: Bosch e la campagna pro ABS





Si sa che i sistemi antibloccaggio a bordo delle motociclette sono poco diffusi. Non è un mistero infatti, che l’uso di questi dispositivi sia ampiamente limitato e che  solo negli ultimi mesi qualche casa di produzione ha investito su questa strada.  Secondo un recente sondaggio, effettuato tra i centauri, il 62% degli intervistati vorrebbe a bordo della propria motocicletta il sistema ABS. All’EICMA 2011 quindi, la Bosch ha colto l’occasione per presentare i risultati di tale indagine di mercato. Secondo i dati raccolti su un campione di 450 motociclisti, il 96% di coloro che montano un ABS a bordo del proprio veicolo sono ampiamente soddisfatti della scelta. Non solo. Anche l’84% degli intervistati che hanno provato il sistema di frenata su una moto diversa dalla loro, si sono ritenuti soddisfatti. Si parla di intervistati che percorrono in media 7.000 km all’anno e che hanno un’età media di 41 anni.

Il 76% di loro considera l’ABS abbastanza e/o molto importante per il proprio veicolo. Addirittura il dato rapportato alle moto turistiche ed enduro è dell’89%, mentre per le naked scende al 78% e al 57% per le moto supersportive. Secondo i centauri, l’ABS potrebbe ridurre il rischio di incidenti fino al 47%.  Infine il dato che più conta, alla domanda se adotterebbero il sistema ABS a bordo della propria moto, il 62% degli intervistati ha risposto in maniera positiva. Addirittura il 57% dei centauri ha sostenuto che la scelta della futura moto sarà presa in considerazione della presenza di serie o meno dell’ABS. Un dato che è impossibile da trascurare per tutte le ditte di produzione.