Carmelo Ezpeleta a tutto tondo sul Motomondiale





In queste ultime settimane Carmelo Ezpeleta, numero 1 della Dorna, la società che gestisce le redini del Motomondiale, aveva fatto discutere per alcune dichiarazioni che avevano infastidito non poco i grandi team come Ducati, Yamaha, Honda. Carmelo avrebbe voluto motori e telai uguali per tutte le scuderie in modo tale, che non ci sarebbero più stati distacchi infiniti tra i tempi delle squadre più blasonate e quelle che si affacciano per la prima volta al mondo delle corse. Ovviamente la cosa non era andata giù ai colossi del Motomondiale e il numero 1 Dorna aveva dovuto fare un passo indietro. Oggi Ezpeleta è tornato a parlare su diversi temi. Primo tra tutti quello della crisi, che ha visto una scuderia come la Suzuki dover lasciare momentaneamente il mondo delle corse. Il boss del Motomondiale ha dichiarato che la situazione è molto diversa rispetto a 5 anni fa e continuare in questo modo non sarà possibile ancora per molto.

Ecco quindi il perchè delle scuderie CRT, che porteranno nuovi introiti al Motomondiale. Proprio sulle CRT Ezpeleta si è detto entusiasta, tanto che si era battuto per creare maggiori chances di vittoria alle neonate scuderie, senza però ottenere consensi. Non poteva mancare un commento sulla storia del Motomondiale, Valentino Rossi. Ezpeleta ha definito Valentino il passato ed il futuro della Moto1, riconoscendo che grazie a Rossi la notorietà della Moto1 è stata notevolmente ingigantita in tutto il globo. Per quanto riguarda i prossimi impegni del 2012, Carmelo ha svelato che dopo il Texas e l’Argentina forse, si correrà un GP anche in Russia, come avverrà dal prossimo anno per la Superbike.